Progetto culturale 2012 “Si muove la gente, si muove il lavoro”

PARTE DA LECCE IL PROGETTO CULTURALE 2012 ‘SI MUOVE LA GENTE, SI MUOVE IL LAVORO’
IL 30.11 ALLE OFFICINE CANTELMO L’INCONTRO SUL TEMA ‘DALLA PUGLIA… VIA PER LAVORO’

Approfondire le relazioni esistenti tra le migrazioni e la ricerca di un futuro più dignitoso, con anche le difficoltà affrontate e vissute lungo il percorso, è l’obiettivo del progetto ‘Si muove la gente, si muove il lavoro’, articolato dall’associazione Casa Di Vittorio e cofinanziato dalla Regione Puglia, che si dipanerà lungo 7 incontri svolti in Puglia e in Basilicata.

Il primo è ‘Dalla Puglia… via per lavoro’ in programma a Lecce venerdì 30 novembre, alle Officine Cantelmo (ore 17.45 – viale De Pietro), con gli interventi di: Sandro Rinauro, docente dell’Università di Milano e autore de ‘Il cammino della speranza’ (Einaudi); Vito Antonio Leuzzi e Giulio Esposito dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea; Luigi Perrone, docente dell’Università del Salento. Previsti anche la testimonianza di Fernando Villani, presidente
dell’associazione Italiani nel Mondo, e la proiezione di un frammento del documentario ‘In nome del padre’ di Donato Nuzzo e Fulvio Rifugio sul tema dell’emigrazione italiana in Svizzera nei primi del Novecento.

“Antiche e attuali migrazioni sono lo specchio della crisi sociale, prima ancora che economica, di una comunità, perché ne mettono a nudo l’incapacità o l’inadeguatezza a promuovere autonomamente modelli formativi e di sviluppo capaci di approfondire e ramificare le radici dell’appartenenza, quelle recise da ogni partenza – commenta Alessandro Langiu, coordinatore del progetto – Eppure sono veicolo di ricchezza umana e culturale portate in dono da quanti affrontano la fatica di ritrovare se stessi in luoghi altri, talvolta ostili. E’ questo intreccio di storie, aspirazioni, modelli che proviamo ad indagare, focalizzando sul lavoro il nostro sguardo e l’attenzione di quanti vorranno partecipare agli incontri”.

“Ovunque c’è un lavoratore, ancor più se in condizioni di disagio, lì si rinnova lo spirito di Giuseppe Di Vittoria e si innovano le sue idee dando corpo e materia alle intuizioni ancora attualissime del fondatore della Cgil – aggiunge Giovanna Zunino, direttrice dell’associazione Casa Di Vittorio – Il prezioso sostegno finanziario della Regione Puglia e la collaborazione di tante istituzioni e organizzazioni, a partire proprio dalla Cgil, ci aiutano a promuovere questo processo di vivificazione che traduce la
memoria storica in azione positiva di affermazione della cultura della legalità e dei diritti nel mondo del lavoro e, più ampiamente, nelle comunità che ci accolgono”.

Al progetto ‘Si muove la gente, si muove il lavoro’ collaborano: Cgil, Fondazione Di Vittorio, Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea (IPSAIC), Centro Sociale Evangelico, Proteo Fare Sapere e Banca Etica.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito