“I giovani incontrano la storia e il mondo del lavoro”

iniziativa della CGIL all´Istituto “Giuseppe Pavoncelli” di Cerignola

Per il 51esimo anniversario della scomparsa di Di Vittorio, verrà proiettato agli studenti il documentario sul “padre” della CGIL realizzato dal regista Carlo Lizzani. L´iniziativa con Fondazione Di Vittorio, Comune e Casa Di Vittorio.

Il messaggio di Baldina di Vittorio

“I GIOVANI INCONTRANO LA STORIA E IL MONDO DEL LAVORO” È L´INIZIATIVA PROMOSSA DA CGIL Foggia, Fondazione Di Vittorio, Città di Cerignola e associazione “Casa Di Vittorio”, in occasione del 51esimo anniversario della scomparsa di Giuseppe Di Vittorio. Lunedì 3 novembre, nella città natale del padre del sindacato italiano, dalle ore 10 l´istituto “Giuseppe Pavoncelli” ospiterà la proiezione del film-documentario di Carlo Lizzani e Francesca Del Sette dal titolo “Giuseppe Di Vittorio. Voci di ieri e di oggi”, girato anche in alcune scuole di Cerignola.

Parteciperanno Andrea Gianfagna, della Fondazione Di Vittorio; Matteo Valentino, sindaco di Cerignola; Sabino Sardaro, dirigente scolastico del “Pavoncelli”, Nicola Affatato, segretario generale della CGIL di Capitanata; Luigi Vinciguerra, coordinatore della Camera del Lavoro di Cerignola.

“Vogliamo far conoscere ai giovani, attraverso la diffusione nelle suole del documentario realizzato da Lizzani –commenta Affatato- quel che è stata la vita e l´impegno di uno dei padri della Repubblica e del sindacato in Italia: un uomo che ha dapprima combattuto nella Resistenza per riconquistare la libertà negata dalla dittatura fascista, ha poi contribuito alla scrittura della nostra Carta Costituzionale e all´affermazione del lavoro come diritto per ogni uomo e donna, mettendosi sempre al servizio degli ultimi, per l´emancipazione e il progresso dei meno abbienti, soprattutto delle regioni del Sud”.

Un´emancipazione che passava inevitabilmente attraverso l´istruzione e la cultura, “che Di Vittorio ha sempre considerato fondamentali per ogni cittadino, e in particolar modo per i giovani, che attraverso lo studio dovevano prima di tutto acquisire capacità critiche del proprio tempo e poi i saperi professionali”, sottolinea il segretario della CGIL di Foggia. Così come ricorda Baldina, la figlia di Peppino, nella lettera che ha voluto rivolgere agli studenti del Pavincelli – data la sua impossibilità ad essere personalmente presente – per l´iniziativa del 3 novembre.

“Il nostro intento è di donare ad ogni scuola che vorrà ospitare la proiezione del documentario copie del dvd, in modo da consentire agli studenti, anche in futuro, di approfondire la conoscenza della figura dell´uomo e del sindacalista –conclude Affatato- che ha speso la sua vita per lo sviluppo e la dignità del lavoro nel nostro Paese e in particolar modo nel Mezzogiorno, una priorità di impegno e azione purtroppo ancora attuale, considerata le scarse opportunità di lavoro che ancor oggi penalizzano soprattutto i giovani del Sud con la conseguente propensione ad emigrare verso altre regioni”.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito