Chiusura delle celebrazioni per il 50° a Cerignola

GIUSEPPE DI VITTORIO una vita al servizio del lavoro
Mostra storico-documentaria realizzata da Nicola Teti Editore

Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Pace e Attività Culturali

Citta’ di Cerignola – Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione

CGIL

Fondazione G. Di Vittorio

Cerignola, Palazzo Coccia, dal 19 al 29 giugno 2008

Inaugurazione 19 giugno 2008, ore 18.00
con Guglielmo Epifani, Segretario Generale della CGIL
alla presenza di
Matteo Valentino  Sindaco di Cerignola
Silvia Godelli  Assessore regionale alle Attività Culturali
Baldina Di Vittorio  Presidente Associazione Casa Di Vittorio
Nicola Affatato  Segretario generale CGIL Foggia

orario: feriali 19.00-22.00 – domenica 11.00-13.00 e 19.00-22.00
Visite guidate a cura dell’Associazione culturale Kore
Catalogo in sala

Coordinamento e organizzazione a cura di
Settore Cultura e Pubblica Istruzione – Comune di Cerignola
Progetto Casa Di Vittorio – Direttore Giovanni Rinaldi

Si ringrazia la famiglia Carbone per la gentile concessione degli spazi di Palazzo Coccia.

Al Teatro Mercadante in Piazza Matteotti alle ore 19.00 proiezione del film GIUSEPPE DI VITTORIO voci di ieri e di oggi

di Carlo Lizzani e Francesca Del Sette

vai alla pagina dedicata

La mostra e’ a cura di Chiara Bozzoli e Corrado Meroni
Nella mostra e nel catalogo testi di:
Luigi Allegato, Idomeneo Barbadoro, Francesco Barbagallo, Maria Luisa Betri, Ilaria Dal Biondo, Gius

eppe Di Vittorio, Fabrizio Loreto, Pier Paolo Pasolini, Franco Pedone, Cesare Pillon, Michele Pistillo, Gianni Rodari, Giulio Trevisani
immagini e documenti da
Archivio CGIL, Fondazione G. Di Vittorio, Archivio Nicola Teti Editore, Progetto Casa Di Vittorio

 

Percorso di lettura della mostra

  • pannello 1     I lavoratori si organizzano
  • pannello 2     le prime lotte
  • pannello 3     le Camere del lavoro
  • pannello 4     il primo sciopero generale nazionale
  • pannello 5    1906 nasce il sindacato
  • pannello 6    la condizione dei braccianti pugliesi
  • pannello 7    nascita di un leader sindacale
  • pannello 8    Di Vittorio e la cultura
  • pannello 9    i lavoratori e la grande guerra
  • pannello 10  la riscossa dei lavoratori
  • pannello 11  le violenze dello squadrismo fascista
  • pannello 12  la resistenza di Bari vecchia
  • pannello 13  il sindacato libero soffocato dal regime
  • pannello 14  Di Vittorio in esilio
  • pannello 15  l’unità antifascista e la guerra di Spagna
  • pannello 16  da “La Voce degli Italiani” al confino di Ventotene
  • pannello 17  gli scioperi contro il fascismo e l’unità sindacale
  • pannello 18  riconquistata la libertà si avvia la ricostruzione
  • pannello 19  art. 1 “L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro”
  • pannello 20  la guerra fredda provoca la rottura dell’unità sindacale
  • pannello 21  da Melissa a Modena tornano gli eccidi proletari
  • pannello 22  il Piano del Lavoro e lo Statuto dei lavoratori
  • pannello 23  le “Reggiane” per la difesa del lavoro e della produzione italiana
  • pannello 24  1955, la sconfitta alla FIAT e la “svolta” della politica sindacale
  • pannello 25  attività e ruolo internazionale di Di Vittorio
  • pannello 26  la morte di Giuseppe Di Vittorio

Scheda:

Nicola Teti Editore.
La Casa Editrice Teti nasce nel 1964, quando prende in mano la pubblicazione della rivista “Il Calendario del Popolo”, nata il 27 marzo 1945 a Roma. Il Calendario si rifaceva agli almanacchi a carattere divulgativo, con scopo la diffusione di una cultura di base a livello popolare. Ben presto alla rivista si affiancano varie iniziative collaterali, come i corsi popolari di cultura, i Congressi della cultura di massa, svoltisi a Milano, a Livorno e l’ultimo, nel 1954 a Bologna, con Giuseppe Di Vittorio come relatore. A Cattolica si organizza il Premio letterario per la poesia dialettale: vi prendono parte Pier Paolo Pasolini e Tonino Guerra, con Quasimodo ed Edoardo De Filippo nella giuria.
A fianco del Calendario, l’editore Nicola Teti pubblica negli anni testi di riflessione storica e politica, libri d’arte, manuali scientifici per le scuole, libri illustrati per l’infanzia.
Negli ultimi anni l’attenzione dell’editore si e’ rivolta verso la realizzazione di mostre, attraverso la preparazione di pannelli coordinati dove testi e immagini sviluppano grandi temi della storia e dell’attualità. Al momento sono in distribuzione Macaronì e vu’ cumprà, Balie italiane e colf straniere e Suonatori, girovaghi e lavavetri (tutte incentrate sull’immigrazione italiana e straniera di ieri e di oggi). Le mostre sono state accolte con vivo interesse particolarmente nelle scuole, nelle quali sono utilizzate dagli insegnanti come un valido sussidiario interdisciplinare.
Appena realizzata e inaugurata a Cerignola  la mostra su Giuseppe Di Vittorio, mentre  in preparazione quelle su Giuseppe Garibaldi e Giuseppe Mazzini.
Tra i nuovi progetti, se ne segnalano due. Una vera Enciclopedia tematica sull’emigrazione italiana, con finalità divulgative, perche’ la memoria dei 27 milioni di italiani costretti ad abbandonare il nostro paese per cercare pane e lavoro non rimanga patrimonio di pochi studiosi, ma sia resa accessibile a tutti. Previste 20 pubblicazioni separate, quante sono le regioni italiane.
Inoltre la casa editrice ha deciso di aprire le pagine del “Calendario” ai “nuovi italiani”: saranno gli stessi Autori immigrati a raccontare il loro punto di vista e le loro storie nella convinzione che uno scrittore straniero possa cogliere in Italia degli aspetti che sfuggono a chi ci ha sempre vissuto.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito