Inaugurazione sede – annuncio

Cerignola
Vendola alla “Festa della Memoria” per Di Vittorio – Domani sarà inaugurata anche la sede dell’associazione voluta dal sindacalista ofantino

Ci sarà anche il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, alla festa organizzata da “Casa Di Vittorio” in occasione dell’inaugurazione della sede dell’associazione, voluta e attivata a Cerignola dove Giuseppe Di Vittorio nacque e iniziò la sua avventura sindacale e politica.

La cerimonia è in programma domani, sabato 25 settembre (ore 17.30): interverranno inoltre, Silvia Godelli, assessore regionale al mediterraneo, Elena Gentile, assessore regionale al welfare, il sindaco Antonio Giannatempo, e il presidente della Provincia, Antonio Pepe. Sarà Baldina Di Vittorio, presidente del sodalizio culturale, e figlia di “Peppino”, a fare gli onori di casa nei locali di Palazzo Carmelo, l’ex municipio cerignolano in cui il padre firmò il primo contratto collettivo di lavoro per i braccianti e sulla cui facciata, nel 1958, fu installato un bassorilievo in bronzo alla memoria del padre fondatore della Cgil per volontà dei lavoratori del mondo intero.

Sempre domani, ore 20, nell’aula consiliare di Palazzo di Città, sarà proiettato il documentario “Giuseppe Di Vittorio. Voci di ieri e di oggi”, prodotto dalla Fondazione Di Vittorio e girato, anche a Cerignola, da Carlo Lizzani e Francesca Del Sette.

La visione del film sarà preceduta dall’intervento di Baldina Di Vittorio e Silvia Godelli. Un’altra proiezione è in programma domenica 26 settembre, ore 11, nell’aula consiliare di Palazzo di Città. Si tratta della prima pugliese del documentario “Indesiderabili”, diretto da Chiara Cremaschi e prodotto da Lab80 per conto di Cgil, Regione Puglia, Comune di Cerignola e associazione Casa Di Vittorio.

Il film è incentrato sulle storie delle donne, tra le quali Baldina Di Vittorio, che a partire dal 1939 furono internate nel campo femminile di Rieucros perché ritenute “responsabili della crisi economica, sociale e politica attraversata dalla Francia”.

L’analisi dei contenuti del documentario sarà svolta dalla stessa Cremaschi, nonché da Silvia Berti, vicepresidente di “Casa Di Vittorio”, Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’Istituto pugliese di Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, Mechtild Gilzmer, storica dell’Università di Berlino. La visione cinematografica del mondo lavoro sarà, appunto, il filo conduttore della sezione del programma “Festa della Memoria” dedicata alla “divulgazione dei temi oggetto del nostro agire associativo”, spiega Alessandro Langiu, coordinatore tecnico del progetto.

L’inaugurazione della sede segna anche l’ideale avvio delle attività previste dal programma di iniziative, cofinanziate dalla Regione Puglia, riunite sotto il titolo “Festa della Memoria”.

Tutte le iniziative del programma elaborato dall’associazione Casa Di Vittorio e cofinanziato dalla Regione Puglia partiranno in ottobre e sono previsti 7 appuntamenti in altrettante settimane che faranno perno sul 3 novembre, data del 53.mo anniversario della scomparsa di Giuseppe Di Vittorio.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito