Festival della Memoria – Pane e libertà

DI VITTORIO E LA PUGLIA PROTAGONISTI DELLA LOTTA PER I DIRITTI DEI LAVORATORI
A BARI LA PROIEZIONE DI ‘PANE E LIBERTÀ’ PER IL ‘FESTIVAL DELLA MEMORIA’

Cerignola, 23.11.2010

La scena dell’assedio alla Camera del Lavoro di Bari, che Giuseppe Di Vittorio e gli attivisti della CGIL difendevano dall’assalto delle ‘camice nere’, mentre sta nascendo Vindice, secondogenito del sindacalista cerignolano, è una delle più avvincenti ed emozionanti del film tv ‘Pane e libertà’, terzo appuntamento con il ciclo ‘Lavoro del cinema – Cinema del Lavoro’, parte integrante del progetto culturale ‘Festival della Memoria’ organizzato dall’Associazione “Casa Di Vittorio”.

Girato per la gran parte in Puglia, grazie allo sforzo finanziario e organizzativo della Regione e dell’Apulia Film Commission, il lungometraggio è stato realizzato in occasione della celebrazione del centenario della fondazione della CGIL e mette in scena la vita di ‘un comunista scomodo’ al quale si devono alcune tra le conquiste fondamentali in tema di diritti dei lavoratori e di democrazia per l’Italia.

Il film sarà proiettato a Bari presso il Cinema ABC, del circuito D’Autore (via Marconi, 4), con inizio alle 18.00.

“L’opera di Alberto Negrin dà conto di quale straordinaria esperienza politica e sindacale abbia avuto come teatro le campagne e le città pugliesi – commenta Alessandro Langiu, curatore del progetto ‘Festival della Memoria’ – C’è stato un periodo storico in cui la comunità mondiale dei lavoratori guardava a Cerignola, Minervino, Conversano per comprendere i contenuti e la portata della rivoluzione sociale ed economica scatenata da un bracciante con la passione per l’istruzione”.

A confrontarsi con il pubblico sul contenuto del film ‘Pane e libertà’ ci saranno il segretario generale della CGIL di Bari, Pietro Colonna, e il sociologo Enzo Persichella. A moderare l’incontro sarà Silvio Maselli, direttore dell’Apulia Film Commission.

Il progetto culturale ‘Festival della Memoria’, curato da Alessandro Langiu per conto dell’associazione Casa Di Vittorio, è cofinanziato dalla Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo ed è sostenuto da: CGIL Puglia, Apulia Film Commission, ‘D’Autore’ – Circuito regionale sale cinematografiche di qualità, Centro Sociale Evangelico.

 

(segue la sinossi del film)

LA SCHEDA DEL FILM

25.11 / h 18.00 – PANE E LIBERTÀ

(Cinema ABC / D’Autore – via Marconi, 4 – Bari)

Sinossi

Giuseppe Di Vittorio, Peppino per gli amici e i compagni, è stato un grande protagonista della storia italiana e europea del Novecento. Il film di Negrin ripercorre con intensa partecipazione l’intera vicenda del bracciante di Cerignola. Orfano del padre, già a otto anni Peppino capisce che solo unendo le forze dei suoi compagni di lavoro si può ottenere una paga migliore e un pezzo di pane in più. L’unità dei lavoratori, e la difesa della dignità del lavoro, è questo il filo rosso che lega tutti gli aspetti della sua vita incredibile e avventurosa. Bracciante analfabeta, sindacalista rivoluzionario, bersagliere ferito a Monte Zebio, combattente nella guerra di Spagna, fondatore della CGIL unitaria con il Patto di Roma del 1944, primo segretario della Cgil e presidente della Federazione Sindacale Mondiale, fermo oppositore dell’invasione sovietica dell’Ungheria: tutto questo è presente nel film che ci restituisce il valore della vita di questo ‘comunista scomodo’.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito