Camera del Lavoro di San Severo

CASA DI VITTORIO SOLIDARIZZA CON LA CGIL E LA CAMERA DEL LAVORO DI SAN SEVERO
BALDINA DI VITTORIO: “PROFONDAMENTE SBAGLIATO SFRATTARE LA STORIA DAI SUOI LUOGHI”

Cerignola, 08.04.2011

“Il mio cuore è con i compagni della CGIL di San Severo e con tutti i cittadini che manifesteranno il proprio dissenso verso una decisione incomprensibile e offensiva della memoria dell’intera comunità sanseverese”. E’ Baldina Di Vittorio, figlia del fondatore della CGIL, ad esprimere la solidarietà dell’associazione Casa Di Vittorio ai dirigenti ed agli iscritti della Camera del Lavoro del centro dell’Alto Tavoliere che lunedì saranno sfrattati dalla storica sede sindacale di piazza Allegato.

“Quell’edificio non è un palazzo qualunque – continua Baldina Di Vittorio – ma uno dei luoghi in cui si è discusso, programmato e costruito il riscatto sociale di lavoratori sfruttati, privi di qualunque soggettività giuridica e offesi nella dignità.

Lo sfratto deciso dalla Giunta comunale è un atto di abrasione di una porzione di quella stessa memoria che la nostra associazione vuole preservare per diffondere la consapevolezza di ciò che tante donne e uomini, anche di San Severo, hanno fatto per consentire al nostro Paese di crescere e prosperare.

E’ profondamente sbagliato sfrattare la storia dai suoi luoghi – conclude Baldina Di Vittorio – a maggior ragione quando è la storia di sacrifici anche estremi compiuti per affermare giustizia sociale,

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito