I primi trent’anni

Dal registro di Stato Civile di Cerignola: l’atto di nascita di Giuseppe Di Vittorio (scritto ‘Divittorio’).

 

Cerignola. La strada dove nacque.

 

Cerignola. La casa dove nacque e visse, un pianterreno di un solo vano.

 

Un’altra tipica strada dei rioni popolari di Cerignola.

 

La casa natale di Giuseppe Di Vittorio, oggi.

 

La masseria Durante, nei pressi di Orta Nova (FG) dove Di Vittorio cominciò a lavorare come bracciante, a sette anni.

 

Cerignola, 1909. La scuola serale, frequentata da braccianti di ogni età, organizzata proprio da Di Vittorio.
E proprio per questa scuola, per avere gratis i libri dal sindaco, guidò a 18 anni una grande manifestazione
e finì per la prima volta in carcere

 


Di Vittorio a diciassette anni, a diciotto e ventotto.

 

Su una collina nei dintorni di Cerignola, Di Vittorio, davanti a una grande massa di braccianti,
giura sull’aratro la sua fedeltà alla Lega contadina.

 

I dirigenti del Circolo Giovanile Socialista (Di Vittorio è il secondo da sinistra).

 


Il giorno del fidanzamento tra Carolina e Peppino.

 

1920. Comizio di Di Vittorio. Le migliaia di lavoratori che lo ascoltano esibiscono con orgoglio
cappelli e pagliette “alla Di Vittorio” che hanno da poco sostituito le “coppole” tradizionali.

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito