Camera dei Deputati – Commemorazione 50° scomparsa Di Vittorio

Commemorazione di Giuseppe Di Vittorio, a 50 anni dalla scomparsa, organizzata dalla Fondazione Camera dei Deputati

Roma, 30 ottobre 2007, Palazzo Montecitorio – Sala della Lupa

GIUSEPPE DI VITTORIO
sindacalista, costituente, parlamentare

30ottobre08bLa Fondazione della Camera dei deputati ha promosso un incontro per ricordare Giuseppe Di Vittorio a 50 anni dalla scomparsa. L’iniziativa ha avuto luogo martedì 30 ottobre 2007 alle ore 10.00 nella Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio, alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
Hanno partecipato alla commemorazione la Sen. Baldina Di Vittorio e Silvia Berti.

Dopo le introduzioni del Presidente della Camera dei deputati, Fausto Bertinotti e del Segretario generale della CGIL, Guglielmo Epifani, la figura e l’opera di Di Vittorio sono state ricordate da Valerio Castronovo, Innocenzo Cipolletta, Mario Pirani e Adolfo Pepe.

All’incontro hanno partecipato, in rappresentanza della Città di Cerignola: il Sindaco Matteo Valentino, l’Assessore alla Cultura Franco Palumbo, il Presidente del Consiglio comunale Antonio Calvio, il direttore progetto Casa Di Vittorio Giovanni Rinaldi. Per la Regione Puglia il Presidente Nichi Vendola, per la CGIL pugliese Nicola Affatato, Luigi Vinciguerra, Luigia Navarra, Luciana Gramegna.

In occasione dell’incontro, è stato messo a disposizione del pubblico un Dvd-Rom realizzato dalla Fondazione con fotografie, filmati, sonori e documenti d’archivio riguardanti l’attività di Giuseppe Di Vittorio come sindacalista, costituente e parlamentare ed alcuni momenti della sua vita privata, oltre ai testi di tutti i discorsi parlamentari pronunciati da Di Vittorio dal 1923 al 1957.

IL PROGRAMMA
Alla presenza del Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano

Introducono
Fausto Bertinotti
Presidente della Camera dei deputati
Guglielmo Epifani
Segretario generale della CGIL

La figura di Giuseppe Di Vittorio

Valerio Castronovo
La società italiana negli anni di Di Vittorio
Innocenzo Cipolletta
Di Vittorio e l’industria italiana
Mario Pirani
Di Vittorio e l’unità sindacale
Adolfo Pepe
Di Vittorio nel sindacato e nelle istituzioni

Di seguito la lettera inviata a Baldina Di Vittorio da Piero Fassino:
Roma, 30 ottobre 2007

Cara Baldina,
impegni internazionali non mi consentono di essere presente oggi per ricordare l’indimenticabile Giuseppe.
Il segno della figura politica e umana di Di Vittorio continua, a cinquant’anni dalla sua scomparsa ad essere punto di riferimento ideale per quanti si battono per l’emancipazione e i diritti del mondo del lavoro e per l’affermazione di insopprimibili valori di giustizia, di libertà, di uguaglianza e di democrazia.
La Cgil, il sindacalismo italiano, la sinistra hanno avuto in Di Vittorio un dirigente lucido e coraggioso, capace di saldare i sentimenti popolari e le aspettative dei lavoratori con la visione dell’interesse nazionale.
Di Vittorio fu un innovatore, capace di guardare oltre le ideologie, oltre gli schemi precostituiti, oltre le logiche di parte per far prevalere sempre un’azione politica e sindacale in grado di parlare all’Italia e di promuovere politiche di sviluppo economico, di progresso sociale, di crescita culturale per tutti gli italiani.
E’ un’eredità morale e politica, forte e generosa, che ha ispirato l’intera storia della CGIL e del sindacato italiano di questi cinquant’anni e che continua a vivere ogni giorno nelle lotte e nelle idee di milioni di lavoratori e di cittadini.
Con questi sentimenti di affetto e di amicizia, ti saluto caramente
Piero Fassino

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano saluta la Sen. Baldina Di Vittorio accompagnata dalla figlia Silvia Berti.Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano saluta la Sen. Baldina Di Vittorio accompagnata dalla figlia Silvia Berti.

Torna indietro

Canale YouTube

canale You Tube

Ricercaicona ricerca nel sito